Tutti gli uccelli di Shakespeare

birds-of-shakespeareGli storni sono comuni anche negli Stati Uniti, e ciò è dovuto a William Shakespeare. Nel 1890 Eugene Schieffelin, un membro della Società zoologica di New York, liberò sessanta storni a Central Park, e altri quaranta l’anno successivo. Il suo scopo era introdurre in Nord America tutti gli uccelli menzionati nei drammi di Shakespeare. Sebbene gli storni fossero nativi dell’Europa, e Shakespeare li avesse menzionati soltanto una volta, in Enrico IV, essi si riprodussero rapidamente. Oggi negli Stati Uniti ci sono più di 200 milioni di storni.

Starling, podcast, BBC4, traduzione L.V. La foto di Shakespeare con gli uccelli viene da qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...