Un giovane di 93 anni

flickr_-_government_press_office_gpo_-_teenage_shimon_peresA un certo momento, però, Seidman chiede a Peres di spiegare a suo figlio “come ha fatto a mantenersi così giovane fino a 93 anni”.
“Lev”, dice Peres, “ogni giorno mi sveglio e conto le cose che ho fatto”.
Seidman aggiunge, “E di cose straordinarie, figlio mio, il Presidente Peres ne ha fatte tantissime”. Ridono entrambi.
Ma Peres non ha finito. Continua a parlare a Lev, “E poi conto i sogni che ho nella mia testa. Finché nella mia testa ci sono più sogni che soddisfazioni, sono ancora giovane”.

Thomas L. Friedman, Peres: 93 Years Young, The New York Times (28/9/16). Traduzione L.V. Nella foto (WikipediaWikipedia) Shimon Peres a 13 anni in Polonia.

La Grecia affogava nell’olio d’oliva

800px-olive_tree_karystos2Solone stabilì che l’olio d’oliva fosse l’unico prodotto agricolo esportabile. Di conseguenza si abbatterono le foreste costiere e si piantarono altri olivi. Là dove un tempo si coltivava il frumento, ora prosperavano gli oliveti. […]
Ma il metodo usato da Solone per sviluppare la produzione dell’olio d’oliva ebbe conseguenze ambientali che sono ancora evidenti nella Grecia attuale. Con i boschi abbattuti e i cereali non più coltivati si erano perduti i sistemi radicali fibrosi che avevano attratto l’acqua dalla subsuperficie ed erano serviti a mantenere compatta la terra circostante. La lunga radice dell’olivo attingeva acqua da strati profondi, sotto la superficie, e non aveva alcun effetto legante sul suolo superficiale. Gradualmente le sorgenti si inaridirono, il suolo fu dilavato e la terra erosa. I campi su cui un tempo si erano coltivati cereali e i pendii su cui erano cresciute le viti non erano più in grado di sostenere tali piante. Il bestiame divenne scarso. La Grecia affogava nell’olio d’oliva, ma un numero sempre maggiore di altre merci doveva essere importata.

Penny Le Couteur, Jay Burreson, I bottoni di Napoleone, traduzione di Libero Sosio, Longanesi (2006). Nella foto (Karystos, Wikipedia) un albero di olivo greco.

Sono uno studente e cerco maestri

978880623091graIl sigillo, lo aveva fatto fare apposta per il viaggio. Voleva portarlo sempre con sé, dalle rive di una Moscova ancora ghiacciata (si era in marzo, marzo 1697) fino ai canali di Amsterdam, ai moli di Rotterdam, dovunque sarebbe andato in Olanda o in Europa. «Sono uno studente e cerco maestri» si poteva leggere sul sigillo di quel giovanotto quasi incredibilmente alto, Piotr Michailov, ufficiale dell’esercito zarista.

A scuola di governo, Pietro il grande, in Sergio Luzzatto, Una febbre del mondo, Einaudi (2016)

Per ricoprire l’asse del gabinetto

yvon_chouinard_by_tom_frostPer esempio, il pile, il materiale isolante lavabile e idrofobico al quale i Chouinard hanno in seguito dato il marchio Synchilla: gli ci è voluto un po’ per farlo bene. Le prime giacche di pile erano di un tessuto che era stato inventato per ricoprire l’asse del gabinetto.

Nick Paumgarten, Patagonia’s philosopher-king, The New Yorker (19/9/16), traduzione L.V. Nella foto Yvon Chounard, fondatore di Patagonia, foto Tom Frost, Wikipedia).