Entrambi si addormentarono

Il genetista George Church si rese conto di essere narcolettico solo dopo essere diventato assistente ad Harvard, nel 1986, e dopo che lui e sua moglie, la biologa di Harvard Ting Wu, avevano avuto una figlia che ora ha 26 anni.
Anche la bambina era narcolettica, il che portò Church a riconoscere il proprio problema. (La narcolessia ha una componente genetica, e secondo una stima, rispetto alla popolazione generale i figli di un genitore narcolettico hanno un rischio circa 40 volte superiore di sviluppare lo stesso problema).
Church si siede soltanto quando le convenzioni sociali lo richiedono, come durante i pasti, ma trova frequenti scuse per alzarsi. La caffeina non lo aiuta. Durante un colloquio con gli insegnanti della scuola superiore di sua figlia, entrambi si addormentarono mentre discutevano della loro condizione (!).

Sharon Begley, ‘A feature, not a bug’: George Church ascribes his visionary ideas to narcolepsy, STAT, 8/6/17, traduzione L.V.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...