Coprendomi di grigio

Torino_v._TripoliSono nato in una famiglia semplice, zona operaia, case di ringhiera, la Torino piena di smog degli anni Sessanta. Dal balcone vedevo l’insegna del cinema Splendor, che mi pareva quella di Hollywood. Sono grato alla mia città che, coprendomi di grigio, mi ha insegnato a vedere i colori, a immaginarmi qualcun altro.

Arturo Brachetti intervistato da Roberta Scorranese in “La magia più bella di Arturo Brachetti? Il suo teatro sociale“, Corriere della Sera (16/12/19). Nella foto (Wikipedia), Torino negli anni Sessanta.

2 risposte a "Coprendomi di grigio"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.