Ne aveva sepolti cinque o sei

978880467799HIG-768x1190Sembrava che l’anziana regina sarebbe vissuta in eterno. Giorno dopo giorno si alzava e partiva per lunghe ed energiche passeggiate nei giardini e nelle riserve di caccia, sfiancando con la sua andatura svelta gli attendenti che malvolentieri la seguivano. Faceva «grandi camminate fuori del parco e all’intorno», incedendo con l’energia «di una diciottenne» e se per caso pioveva o tirava vento, o il suolo era brinato, tanto meglio. I consiglieri la osservavano con beffarda incredulità, la sua figura allampanata piegata dal vento, le gonne voluminose sferzate dall’aria, ben consci di non poterla dissuadere da quell’esercizio risoluto, qualunque cosa dicessero.
I medici dicevano, semplicemente, che se non era l’età a ucciderla, ci avrebbero pensato tutte quelle fatiche. Ma i medici andavano e venivano (Elisabetta ne aveva sepolti cinque o sei negli ultimi anni), mentre lei andava avanti, strenuamente, godendo di un piacere perverso nel vedere come il suo arduo regime sconcertasse tutti quelli che le stavano intorno.

Carolly Erickson, Elisabetta I, Mondadori (1999)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.