Su ogni tavolo un crisantemo

downloadSi chiamava Il regno della tigella, o qualcosa del genere, che era un nome che, non discuto, poteva anche piacere, io però, se avessi dovuto aprirlo io, un ristorante che però era anche un bar, qui sotto casa mia, alla stessa altezza dell’agenzia di pompe funebri, se mi avessero chiesto di dargli un nome io l’avrei chiamato Tristobar, ci avrei messo dentro delle sedie e dei tavoli neri, dei paesaggi autunnali, e ci avrei messo una scelta di musiche tristi, la sigla di apertura e di chiusura del locale sarebbe stato un tango che si chiamava Desencuentro che, tradotto un po’ grossolanamente, signigicava Sfiga.
Un locale bellissimo, a pensarci, dove si vendeva solo del vino fermo, e dei panini vegetariani, niente dolci, vastissima scelta di amari, su ogni tavolo un crisantemo, vietato fumare.

Paolo Nori, Undici treni, Marcos y Marcos (2017)

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...