Come sanguisughe

ShakespeareDopo una vita passata a studiare Shakespeare, non sono sicuro di saper dire precisamente come abbia raggiunto quella straordinaria capacità di creare la vita. A volte me lo immagino mentre alle sue braccia attacca i suoi personaggi come sanguisughe e permette loro di succhiare la sua vitalità.

Stephen Greenblatt, If you prick us – What Shakespeare taught me about fear, loathing, and the literary imagination, The New Yorker (10 & 17/7/17), traduzione L.V.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...