Sarebbero soltanto d’intralcio

La maggior parte dei luoghi di lavoro è organizzata secondo il modo di pensare della gente. In un magazzino gestito da persone, prodotti dello stesso genere sono stoccati l’uno accanto all’altro – gli stracci vicino alle scope vicino alle palette – perché così il personale ricorda più facilmente la loro posizione. I computer non hanno bisogno di questi espedienti mnemonici: sono programmati per sapere dove stanno le cose. Un magazzino organizzato per una forza lavoro robotizzata può essere organizzato secondo principi completamente diversi, con gli stracci, per esempio, posizionati accanto alle pistole per colla perché capita che i due prodotti siano spesso ordinati insieme.
«Quando la maggior parte della gente pensa all’automazione, di solito ha in mente la semplice sostituzione della forza lavoro o il miglioramento della velocità o della produttività dei lavoratori, e non il disagio più esteso provocato dalla reingegnerizzazione dei processi», scrive Kaplan. Reingegnerizzare i processi significa che, per quanto un’azienda possa espandere un magazzino, non assumerà altri esseri umani perché sarebbero soltanto d’intralcio. Vale la pena notare che nel 2012 Amazon ha acquisito una società di robotica, chiamata Kiva, per 750 milioni di dollari. I tozzi Kiva-bot sembrano forni a microonde arancioni col grugno. Sfrecciano bassi in tutte le direzioni e recuperano interi scaffali di merci. Attualmente Amazon ne ha distribuiti almeno trentamila nei propri centri di smistamento.

Elizabeth Kolbert, Our automated future, The New Yorker (19-26/12/2016), traduzione L.V. Il video viene da qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...