Perché non ne storpiava il nome

60e2c126c77219f3122577a7a0943bbc_w240_h_mw_mh_cs_cx_cyEra un uomo in perpetuo movimento, pur sembrando per il resto così orientale. Avevamo appena avuto notizia che era in Bulgaria, ed eccolo di nuovo in viaggio per Nürnberg, che lui chiamava «Nürimberg». Ma andava anche in molte altre città, che non ricordo più quali fossero, perché non ne storpiava il nome in modo altrettanto vistoso.

Elias Canetti, La lingua salvata, traduzione di Amina Pandolfi e Renata Colorni, Adelphi (1980).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...