Le offerte nelle chiese

800px-hall_stockholm_central_stationPer molti disporre di denaro contante significa avere un’autonomia. Per i giovani o i tecnologicamente avventurosi è un’inibizione della libertà personale di scambio. Il romanticismo dietro questa nozione aiuta a spiegare il successo di Swish, l’app più popolare in Svezia per trasferire denaro tramite cellulare. Swish, un servizio da pari a pari […], è stato lanciato nel dicembre 2012. Da allora sono passati neanche quattro anni e Swish è utilizzato dalla metà della popolazione svedese e dal novanta per cento degli adulti sotto i trent’anni. Il servizio sposta istantaneamente denaro: serve soltanto il numero di telefono del destinatario. L’interfaccia è così semplice che è utilizzato per raccogliere le offerte nelle chiese e per altre collette. In una stazione della metropolitana, una notte, sono passato davanti a un suonatore ambulante con un cartello: “Non hai contanti? Paga con Swish”. La scorsa estate c’è stata la prima rapina Swish della Svezia: due teppisti hanno picchiato un uomo e lo hanno costretto a usare Swish a loro favore. I criminali sono stati rapidamente identificati tramite il loro conto.

Nathan Heller, Cashing out, The New Yorker (10/10/16). Nella foto (Wikimedia) la stazione centrale di Stoccolma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...