Lo spazio e il tempo

nabokov_butterflyUna volta – sebbene non avesse alcun interesse per la narrativa o la poesia – [Feynman] aveva ricopiato con cura il frammento di un verso di Vladimir Nabokov:
“Lo spazio è un brulicare negli occhi;
e il tempo un canto nelle orecchie”.

James Gleick, Genius – Richard Feynman and modern physics, Little, Brown & Co. (1992), traduzione L.V. Nella foto Vladimir Nabokov.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...