Venèssiaaa!

coverE fin che abbiamo avuto vacche e stalle, ci sono sempre stati nelle stalle dei Peruzzi almeno un bue o un toro che si chiamassero San Pietroburgo, o una vacca o una vitella Mosca, e ancora mi ricordo mio zio Iseo che all’ora di mungerle nel recinto – con loro libere al pascolo – si portava secchi e treppiede sotto la staccionata e si metteva a chiamare: «Venèssiaaa!» […] Finito con la Venezia, le dava una pacca sul fianco, lei si scostava e lui richiamava: «Torinooo», «Firènseee», «Milanooo», finché non erano venute tutte.

Antonio Pennacchi, Canale Mussolini, Mondadori (2010)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...