Conosco anche le case

20150806_115737Conosco anche le case. Quando cammino, mi sembra che ognuna di loro mi venga incontro correndo per la strada, mi guardi e stia per dirmi: «Salve! Come va la salute? Anch’io, grazie a Dio, sto bene e a maggio avrò un piano in più». Oppure: «Come va la salute? Domani mi ripareranno». Oppure: «Stavo per prendere fuoco e ho avuto molta paura», ecc. Tra loro ci sono le mie preferite, le mie amiche intime; una di loro vuole farsi curare quest’estate da un architetto. Passerò ogni giorno perché non me la curino male, per l’amor di Dio!

Fëdor Dostoevskij, Notti bianche, traduzione di Giulia Gigante, Einaudi (1996). Nella foto (L.V.), case, ponte, canale a Pietroburgo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...