Un libro sopravvissuto

C’è una foto inglese, scattata nei giorni più bui della battaglia d’Inghilterra. Ritrae le Library-e1448013640160rovine di una biblioteca, soffitti crollati, muri spezzati, scaffali rovesciati, libri bruciati. In un angolo, si vede un ragazzotto in una consunta giacca di tweed. In assenza di sedie, è seduto su un cumulo di macerie, una pipa in bocca. Sta leggendo, assorto, un libro sopravvissuto. La guardi, e non hai dubbi su chi alla fine avrebbe vinto.

Giuseppe Sciortino, La battaglia d’Inghilterra, Corriere di Bologna (20/11/15), grazie a Claudio Giunta. In camera, davanti al letto, tengo appesa una foto simile: la Holland Library è un cumulo di macerie, ma un gruppetto di lettori londinesi non si fa intimidire, sfila volumi dagli scaffali, legge. È una foto che la Lindau ha stampato in un manifesto e mi ha gentilmente regalato. Basta guardarla e passa qualunque paturnia. La questione, poi, non è tanto vincere, quanto sopravvivere, e i libri per questo sono magici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...