È del demanio

Avrei voluto pulirmi un po’ dal fango, ma l’usciere, Ineghirjov, mi ha detto che non si può, che avrei rovinato la spazzolcovera: «E la spazzola,» ha detto, «è del demanio, signore mio».

Fëdor Dostoevskij, Povera gente, traduzione di Ebe Perego (BUR 2004).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...