Povera gente

20150805_150958Gogol’ fa affondare i suoi impiegati in un universo inabitabile dove non c’è spazio per la pietà: Dostoevskij crede alla catena che lega gli uomini e li fa lottare l’uno accanto all’altro per la sopravvivenza.

Fausto Malcovati, Introduzione a Povera gente di Fëdor Dostoevskij (BUR 2004). Nella foto, il cappello di Dostoevskij, fotografato da L.V. nella casa-museo a Pietroburgo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...